Cava del Carosello e Noto Antica

Noto Antica e la vicina Cava del carosello rappresentano una magistrale fusione di natura, storia, arte e cultura: Noto Antica, una città di fondazione greca, con duemila anni di storia, fu distrutta dal grande terremoto del 1693. Accanto e al suo interno una bellissima area naturalistica fatta di canyon, laghetti e fiumi verdeggianti; a pochi chilometri a sud si vede una città moderna, costruita ex novo nel XVIII secolo, proclamata capitale europea del barocco e patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, la città di Noto.

Noto Antica presenta il fascino di una città abbandonata, dove sono ancora visibili le mura della città, le porte d’accesso, castelli e torrioni, case umili e palazzi, monasteri e chiese, grotte, tombe, aree sacre ellenistiche, tutte costruite nella pietra bianca calcarea degli Iblei. La florida vegetazione e tre secoli di abbandono rendono il sito quanto mai fiabesco.

Del periodo greco meritano una visita il ginnasio e i luoghi di venerazione dei defunti eroicizzati.

Purtroppo del periodo arabo resta poco, sebbene noto fosse una delle più importanti città arabe siciliane.

Il canyon di Cava del carosello, tra i laghetti e ruscelli, presenta antiche grotte trasformate in concerie rupestri e mulini.